21 gennaio 1921, 99 anni fa nasceva a Livorno il Partito comunista italiano

21 gennaio 1921, 99 anni fa nasceva a Livorno il Partito comunista italiano

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Francesco Valerio Della Croce 


Ricordare la fondazione del partito comunista in Italia non può avere alcuna caratteristica nostalgica o di mera celebrazione, ma è l'occasione per riflettere sull'oggi, traendo spunto dalle lezioni di ieri.







L'organizzazione e il partito dei comunisti è ancora oggi indispensabile. In una fase come questa, in cui - diciamolo chiaramente - i comunisti in quanto tali non godranno di alcun consenso o base elettorale di massa, si pone la questione della ricostruzione. Non ci sono rendite, eredità, non ci sono simboli o icone che faranno questo lavoro per noi. Per questa opera, non si può non partire dai noi, dai quadri comunisti. Per essere tali, abbiamo bisogno di un lavoro di approfondimento e nuova elaborazione sui temi, spesso inediti nella loro complessità, che la società ci consegna, senza cui non esiste la funzione stessa dei quadri. E non può esistere tale funzione se non si ha una linea, una vocazione, una iniziativa rivolta autenticamente e modernamente alle masse, al nostro popolo.


Sul piano politico, ai comunisti serve l'indipendenza e l'autonomia; così sul piano organizzativo; così sul piano sociale e sindacale. Abbiamo bisogno contestualmente, con questa indipendenza, con questa autonomia, di non essere un corpo estraneo alla società. Dobbiamo attraversarla, esserne parte nei fronti coi suoi settori più avanzati. Per farlo, serve un lavoro quotidiano, di militanza, di credibilità. Quest'ultima, si conquista con la coerenza, archiviando una stagione di sconfitte e di complicità anche a sinistra, specialmente e fortemente in campo sindacale ponendo al centro con urgenza la questione dell'organizzazione sindacale della classe, dell'iniziativa coerente e militante dei comunisti, non "nel sindacato" generalista, ma nel sindacato di classe, come quello che sta sconvolgendo la Francia di oggi.




Spetta a noi fare tutto questo, spetta a noi essere e agire da comunisti, in questo tempo.


* Responsabile esteri del Partito Comunista Italiano (PCI)

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi di Giorgio Cremaschi I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

Thomas Piketty, la Cina e Noi   di Bruno Guigue Thomas Piketty, la Cina e Noi

Thomas Piketty, la Cina e Noi

La Stampa parla apertamente di "governo militare" di Thomas Fazi La Stampa parla apertamente di "governo militare"

La Stampa parla apertamente di "governo militare"

L'agenda politica dietro il "lasciapassare" di Antonio Di Siena L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti