Altre bombe sulla Siria? Austin annuncia ritorsioni per attacchi alle basi USA in Iraq

Altre bombe sulla Siria? Austin annuncia ritorsioni per attacchi alle basi USA in Iraq

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin ha dichiarato  questo fine settimana che stanno ancora valutando chi c'è dietro un recente attacco missilistico su una base aerea statunitense in Iraq , ma ha assicurato che Washington potrebbe colpire di nuovo in qualsiasi momento mantenendo la concentrazione sull'Iran.

Almeno 10 missili hanno colpito, mercoledì scorso, la base aerea di Ain al Asad, che ospita le truppe della coalizione statunitense e le forze irachene. Sebbene l'incidente non abbia causato perdite significative, un appaltatore statunitense presente presso la struttura ha subito un attacco di cuore durante l'assalto e successivamente è morto.

L'offensiva è arrivata dopo che il presidente Joe Biden ha ordinato un bombardamento di obiettivi di milizie sostenute dall'Iran in Siria, in risposta a un precedente attacco missilistico su obiettivi statunitensi in Iraq.

"Riteniamo sempre le persone responsabili delle loro azioni", ha detto Austin durante un'intervista con ABC News, sottolineando il diritto legittimo di "proteggere" le sue truppe. 

Se gli Stati Uniti decidono di reagire  lo faranno " nel momento e nel luogo che scelgono " , ha sottolineato.

Ha anche affermato che Teheran "è pienamente in grado di valutare" e trarre le proprie conclusioni sulle intenzioni di un attacco aereo americano, rilevando che la nazione persiana è lo sponsor principale delle milizie sciite, anche se le responsabilità di questo gruppo negli attentati non è stato ancora appurato.

La Repubblica islamica deve "scegliere di fare le cose giuste", ha aggiunto Austin.

Giorni fa, il Ministero degli Esteri iraniano ha condannato fermamente l'offensiva degli Stati Uniti contro la Siria, definendola un'azione "aggressiva e illegale" che rappresenta una "chiara violazione della sovranità e dell'integrità territoriale e una violazione del diritto internazionale." che potrebbe  esacerbare il conflitto militare e l'ulteriore destabilizzare la regione.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci di Francesco Santoianni I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci

I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci

Uscire dal lockdown delle menti Uscire dal lockdown delle menti

Uscire dal lockdown delle menti

Ma perché "con l'Europa" ce l'abbiamo fatta? di Antonio Di Siena Ma perché "con l'Europa" ce l'abbiamo fatta?

Ma perché "con l'Europa" ce l'abbiamo fatta?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti