Fuga di massa di russi in Georgia? Il (piccolo) particolare omesso dai media

Fuga di massa di russi in Georgia? Il (piccolo) particolare omesso dai media

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il video diffuso dalla BBC che illustra le immagini di lunghissime  code al confine tra Russia e Georgia riporta immagini reali.

La cosa che i giornali hanno però omesso di dire, quando fino a ieri condividevano la notizia, imputandola ad una fuga di massa dei russi  per sottrarsi a un eventuale arruolamento obbligatorio,  è che il Ministero locale per le situazioni di emergenza aveva annunciato  che il traffico fosse tornato alla normalità già nella mattinata di giovedì  ( Fonte: https://15.mchs.gov.ru/deyatelnost/press-centr/operativnaya-informaciya/4844669).

Il luogo imputato, il check point di Upper Lars, altro dato omesso, non è nuovo a problemi di code chilometriche. Testualmente come riporta questo articolo scritto nel luglio scorso:  “Qui, a causa dell'intensità del traffico estivo, della riparazione della strada, iniziata dai russi, e qualcos'altro, gli ingorghi di ore stanno di nuovo regnando lì causando code. Proprio come l'anno scorso e in generale, come sempre...

La situazione a Lars a volte finisce per interessare ai  media quando le linee di auto si estendono per decine di chilometri o quando persone famose rimangono bloccate lì, come una volta è successo con [la presentatrice televisiva, giornalista] Ksenia Sobchak,  che come lei stessa ha affermato, è finita in "un ingorgo di 12 ore".

( Fonte : https://caliber.az/en/post/93118/)

Francesco Fustaneo

Francesco Fustaneo

Laureato in Scienze Economiche e Finanziarie presso l'Università degli Studi di Palermo.
Giornalista pubblicista dal 2014, ha scritto su diverse testate giornalistiche e riviste tra cui l'AntiDiplomatico, Contropiano, Marx21, Quotidiano online del Giornale di Sicilia. 
Si interessa di geopolitica, politica italiana, economia e mondo sindacale

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese   di Bruno Guigue Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno di Gilberto Trombetta Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria di Michelangelo Severgnini Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

La nuova forma di psicologia del mondo digitale di Damiano Mazzotti La nuova forma di psicologia del mondo digitale

La nuova forma di psicologia del mondo digitale

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti