Cina e Siria rafforzano la loro cooperazione contro terrorismo e sanzioni

Cina e Siria rafforzano la loro cooperazione contro terrorismo e sanzioni

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Ieri, il presidente siriano Bashar al-Assad, dopo la cerimonia per il giuramento del suo nuovo mandato, ha ricevuto  Wang Yi, ministro degli Esteri cinese, e la sua delegazione.

Le conversazioni durante l'incontro hanno affrontato le relazioni storiche ed eccellenti che uniscono i due paesi amici e si è concordato di procedere verso una nuova tappa nel loro rafforzamento e nell'apertura di prospettive più ampie per la cooperazione bilaterale in tutti i campi.

Il presidente al-Assad ha evidenziato la grande e importante posizione della Cina nell'arena internazionale, e ha ribadito che la Siria aspira ad ampliare i campi di cooperazione con Pechino a vari livelli, tenendo conto della sua forte presenza e delle sue politiche etiche che favoriscono la maggior parte dei paesi e dei popoli del mondo.

Ha anche ringraziato la Cina per il sostegno che fornisce al popolo siriano in vari campi e per le importanti posizioni che assume nei forum internazionali a sostegno della sovranità, dell'integrità territoriale e della decisione indipendente della Siria.

Durante l'incontro è stata discussa la partecipazione della Siria alla "Belt and Road Initiative", dove il ministro degli Esteri cinese ha riconosciuto l'interesse del suo Paese a tale partecipazione a causa della posizione della Siria e del suo importante ruolo regionale.

Ha sottolineato il continuo sostegno del suo Paese al popolo siriano nella sua lotta contro il terrorismo e nel confronto con il blocco e le sanzioni disumane imposte.

Il capo della diplomazia cinese ha ribadito il rifiuto di ingerenze negli affari interni del popolo siriano e di tutto ciò che intacca la sovranità e l'integrità territoriale della Siria.

Ha anche trasmesso al presidente al-Assad le congratulazioni del presidente Xi Jinping per aver vinto le elezioni presidenziali e ha ritenuto che il successo di questa nomina costituzionale dimostra la vittoria del popolo e la sua ferma determinazione a resistere a tutte le sfide e ai tentativi di dominarla.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

11 ottobre, bentornata lotta di classe di Giorgio Cremaschi 11 ottobre, bentornata lotta di classe

11 ottobre, bentornata lotta di classe

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Germania, i No Border contro la Wagenknecht: la partita ha inizio di Michelangelo Severgnini Germania, i No Border contro la Wagenknecht: la partita ha inizio

Germania, i No Border contro la Wagenknecht: la partita ha inizio

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti