Co-fondatore di Dogecóin ammette: "Criptovalute la parte peggiore del sistema capitalista"

Co-fondatore di Dogecóin ammette: "Criptovalute la parte peggiore del sistema capitalista"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Jackson Palmer, uno dei creatori della valuta digitale dogecóin, ieri ha pubblicato un thread sul suo account Twitter in cui ha espresso il motivo per cui non vuole tornare sul mercato delle criptovalute.

In particolare, il programmatore australiano ha sostenuto che "la criptovaluta è una tecnologia ipercapitalista intrinsecamente di destr , costruita principalmente per amplificare la ricchezza dei suoi difensori attraverso una combinazione di evasione fiscale, ridotta supervisione normativa e scarsità imposta artificialmente". 

Ha aggiunto che il mercato è attualmente controllato da "un potente cartello di figure benestanti" e incorpora "le stesse istituzioni legate al sistema finanziario centralizzato esistente che avrebbero dovuto sostituire".

Di conseguenza, è un sistema di distribuzione dei profitti estremamente diseguale che prospera sulle risorse di novellini "ingenui e finanziariamente disperati" attirati dal culto "di diventare ricchi in fretta", ha spiegato Palmer.

"Lo sfruttamento finanziario esisteva indubbiamente prima della criptovaluta, ma la criptovaluta è costruita quasi intenzionalmente per rendere l'imbuto del profitto più efficiente per chi era al vertice e meno protetto per i più vulnerabili."

Per dimostrare come l'etica dominante nella sfera favorisca i ricchi, Palmer osserva che i piccoli investitori non sono protetti, mentre i giocatori chiave si esaltano: "Hai perso la password del tuo conto di risparmio? Colpa tua. Sei stato una vittima di una truffa? Colpa tua . I miliardari manipolano i mercati? Sono dei geni ”.

"È come prendere le parti peggiori dell'attuale sistema capitalista (ad esempio corruzione, frode, disuguaglianza) e utilizzare 'software' per limitare tecnicamente l'uso di interventi (ad esempio, audit, regolamentazione, tasse) che fungono da protezione o reti sicurezza per la persona media", conclude il programmatore.

Insieme all'americano Billy Markus - anche lui uscito dal progetto - Palmer ha creato il dogecóin nel 2013, quando aveva 26 anni. Come ha disse nel 2018 in un'intervista con The Sydney Morning Herald, è stato critico nei confronti delle criptovalute fin dall'inizio e ha creato il "token" per scherzo. "Ma poi è diventato rapidamente legittimo ... e a quel punto ho pensato: 'Oh mio Dio, ora mi sento responsabile di questo scherzo'", ha ricordato precisando di aver ridistribuito tutti i dogecoin.

"Avevo qualche milione di dogecoin, che non era niente. Valevano cinque o diecimila dollari. E ho dato tutto agli enti di beneficenza che sosteniamo dall'inizio", ha concluso.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...