Correa denuncia: "Almagro e Moreno vogliono annullare le elezioni in Ecuador"

Correa denuncia: "Almagro e Moreno vogliono annullare le elezioni in Ecuador"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L'ex presidente dell'Ecuador e storico leader della revolucion ciudadana denuncia su Twitter come sia in corso un'operazione per bloccare le elezioni che si terranno domenica 7 febbaio e che hanno un esito quasi certo favore del candidato correista Arauz. "C'è una minaccia molto seria che il CNE è riunito per sospendere le elezioni, perché le vince Aráuz. Tutto questo coincide con la riunine di Almagro e Moreno a Washington", ha scritto su Twitter.

 

 

E' noto come Lenin Moreno, vicepresidente del primo governo Correa ed eletto presidente nel 2017 sfruttando i successi di quest'ultimo durante i suoi anni alla guida del paese, ha immediatamente impresso una svolta neo-liberista, tradendo tutti i principi della rivolucion ciudadana e arrivando ad arrestare il vice-presidente Glas per ottenere quei pieni poteri che ha nuovamente consegnato al Fondo Monetario Internazionale. Alle prossime elezioni previste per la prossima settimana, come avvenuto in Bolivia con il ritorno al potere del MAS dopo il golpe contro Morales, è certo secondo i sondaggi il ritorno al potere del correismo. Del resto, la popolazione ha nuovamente vissuto sulla sua pelle la scure delle ricette dell'estrema destra neo-liberista e non potrà che compiere quella scelta. Sempre che gli sarà possibile farlo.

Potrebbe anche interessarti

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi di Giorgio Cremaschi I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

Thomas Piketty, la Cina e Noi   di Bruno Guigue Thomas Piketty, la Cina e Noi

Thomas Piketty, la Cina e Noi

La Stampa parla apertamente di "governo militare" di Thomas Fazi La Stampa parla apertamente di "governo militare"

La Stampa parla apertamente di "governo militare"

L'agenda politica dietro il "lasciapassare" di Antonio Di Siena L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti