Covid-19. I creatori del vaccino russo Sputnik V: ha mostrato un'efficacia superiore al 95%

Covid-19. I creatori del vaccino russo Sputnik V: ha mostrato un'efficacia superiore al 95%

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.


La seconda analisi ad interim dei dati della terza fase degli studi clinici del vaccino russo contro il coronavirus, Sputnik V, ha mostrato un'efficacia del 91,4% il 28° giorno dopo la prima iniezione e di oltre il 95% per il giorno 42 dopo la prima vaccinazione, ha annunciato oggi  il Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF).


 
Il Fondo finanzia lo sviluppo dello Sputnik V, creato dal Centro di ricerca Gamaleya sulla base della piattaforma ben studiata di vettori di adenovirus umani.
 
I calcoli preliminari di efficacia sono stati effettuati sulla base dei dati di 18.794 volontari e saranno pubblicati dagli scienziati del Centro Gamaleya in una delle principali riviste scientifiche internazionali, mentre al termine della terza fase delle sperimentazioni cliniche sarà consentito l'accesso al rapporto completo su di loro.
 
Al momento, 40.000 persone stanno partecipando alla terza fase degli studi clinici dello Sputnik V in Russia, di cui più di 22.000 volontari hanno ricevuto la prima dose e più di 19.000 le due iniezioni. Ad oggi, non sono stati osservati effetti collaterali negativi imprevisti e il monitoraggio dello stato di salute dei partecipanti continua.
 
Nella dichiarazione si specifica anche che dei 18.794 volontari, i cui risultati sono stati analizzati per stimare l'efficacia del vaccino, 14.095 persone hanno ricevuto Sputnik V mentre ad altre 4.699 è stato iniettato un placebo. Tra i vaccinati, c'erano otto casi di infezione da covid-19 che costituivano lo 0,06% del totale, e nel gruppo di controllo 31 persone erano infette , lo 0,66%.
 
Oltre alla Russia, la terza fase degli studi clinici sullo Sputnik V si sta svolgendo anche in Bielorussia, Venezuela, Emirati Arabi Uniti e India, tra gli altri paesi. A partire da oggi, parte di quelli vaccinati hanno presentato effetti collaterali come dolore al sito di iniezione e sindrome post-vaccinazione simile all'influenza, con aumento della temperatura, affaticamento, debolezza generale e mal di testa.
 
"È molto importante che la seconda analisi provvisoria dell'efficacia del vaccino Sputnik V abbia confermato la valutazione data nella prima fase, e in altre parole, si può parlare dell'efficacia del farmaco del 91%", ha dichiarato il direttore del Centro Gamaleya, Alexánder Guíntsburg, che ha sottolineato che le stime attuali sono state effettuate dopo che i volontari hanno ricevuto la seconda dose di vaccino e il loro corpo ha avuto il tempo di reagire a entrambe le vaccinazioni.
 
 

Trump e la quinta colonna del peggior capitalismo di Francesco Erspamer  Trump e la quinta colonna del peggior capitalismo

Trump e la quinta colonna del peggior capitalismo

Censura web. Da Trump a Il Manifesto ci è voluto poco di Paolo Desogus Censura web. Da Trump a Il Manifesto ci è voluto poco

Censura web. Da Trump a Il Manifesto ci è voluto poco

29 DICEMBRE 1890 STRAGE DI WOUNDEED KNEE di Giorgio Cremaschi 29 DICEMBRE 1890 STRAGE DI WOUNDEED KNEE

29 DICEMBRE 1890 STRAGE DI WOUNDEED KNEE

E ora che succede con la seconda dose Pfizer? di Francesco Santoianni E ora che succede con la seconda dose Pfizer?

E ora che succede con la seconda dose Pfizer?

La farsa di Capitol Hill  e la fiction democratica   di Bruno Guigue La farsa di Capitol Hill  e la fiction democratica

La farsa di Capitol Hill e la fiction democratica

I deliri darwinisti di Monti di Antonio Di Siena I deliri darwinisti di Monti

I deliri darwinisti di Monti

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti