Gruppo ucraino neonazista prepara proiettili "carichi di grasso di maiale" per i combattenti musulmani

Gruppo ucraino neonazista prepara proiettili "carichi di grasso di maiale" per i combattenti musulmani

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Dal 2 gennaio la nostra pagina Facebook subisce un immotivato e grottesco blocco da "fact checker" appartenenti a testate giornalistiche a noi concorrenti. Aiutateci ad aggirare la loro censura e iscrivetevi al Canale Telegram de l'AntiDiplomatico

 

La Guardia nazionale ucraina ha suscitato indignazione, ieri, pubblicando un video crudo rivolto ai combattenti russi musulmani. Twitter alla fine ha etichettato il messaggio come "contenuto odioso".  

Nel video si vede un soldato che immergeva le punte dei proiettili nel grasso di maiale prima di metterle in un caricatore.

L'uomo, che secondo quanto riferito appartiene al battaglione Azov nazionalista di estrema destra, apparentemente intendeva questo come una minaccia per i musulmani religiosi che partecipavano all'offensiva militare russa in Ucraina.

 La carne di maiale è considerata impura nell'Islam, quindi i musulmani uccisi dai proiettili presumibilmente non sarebbero idonei ad entrare in paradiso.

La breve clip è stata pubblicata dall'account ufficiale della Guardia nazionale ucraina, che ha incorporato il battaglione Azov nel 2014. Il soldato mentre esegue il rituale dice: "Amici musulmani, nel nostro paese non sarà permesso entrare in paradiso". Il soldato indossava un passamontagna per nascondere il viso.

La minaccia era diretta agli "orchi Kadyrov", secondo la descrizione. Il leader ceceno Ramzan Kadyrov ha evidenziato la partecipazione delle truppe della sua provincia all'attacco russo all'Ucraina, pubblicando video dei suoi uomini sui social media, elogiando il loro contributo e invitando gli ucraini ad arrendersi.

La Cecenia è una repubblica a maggioranza musulmana, nel sud della Russia, rinomata per l'abilità dei suoi combattenti. 

Usare "proiettili di carne di maiale" per minacciare i musulmani non è un'invenzione ucraina. Un'azienda con sede in Idaho ha fatto notizia nel 2013 offrendo questo tipo di munizioni agli americani che combattono i terroristi islamici.

Un altro prodotto basato sulla stessa idea era l'olio per armi che includeva il 13% di grasso di maiale, secondo il suo produttore anonimo. Ci sono state  voci secondo cui la squadra Navy SEAL che ha ucciso Osama Bin Laden l'ha usata, anche se molto probabilmente è una leggenda metropolitana. Le organizzazioni che monitorano l'incitamento all'odio hanno criticato entrambi i prodotti come casi evidenti di islamofobia.

Twitter ha segnalato il video ucraino come "contenuto odioso" che viola le sue regole, ma gli ha comunque permesso di rimanere sulla sua piattaforma. "Twitter ha stabilito che potrebbe essere nell'interesse del pubblico che il Tweet rimanga accessibile", si legge nell'avviso.

Giovedì scorso la Russia ha lanciato l'operazione militare contro l'Ucraina, ritenendola necessaria per salvaguardare le repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk dagli attacchi provenienti dall'Ucraina. Uno degli obiettivi dichiarati dell'offensiva russa era quello di "denazificare" l' Ucraina, schiacciando la base di potere dei nazionalisti radicali e delle loro organizzazioni, come il Battaglione Azov.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

C'era una volta il servizio sanitario nazionale di Gilberto Trombetta C'era una volta il servizio sanitario nazionale

C'era una volta il servizio sanitario nazionale

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara di Michelangelo Severgnini I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente