Il drone da combattimento turco Akinci raggiunge l'Azerbaigian con un volo inedito

Il drone da combattimento turco Akinci raggiunge l'Azerbaigian con un volo inedito

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

 

La Turchia continua nello sviluppo dei suoi droni ormai divenuti celebri a livello globale. Il drone più avanzato e sofisticato della Turchia ha condotto un volo senza precedenti che lo ha visto partire dalla Turchia nordoccidentale e atterrare in Azerbaigian, secondo quanto riferisce il quotidiano Daily Sabah. 

Due droni Akinci sono decollati dal distretto Çorlu di Tekirdag nord-occidentale sabato, uno al mattino e l'altro nelle ore pomeridiane, e hanno viaggiato attraverso la Turchia e la Georgia prima di atterrare all'aeroporto internazionale Heydar Aliyev di Baku, secondo quanto reso noto dallo sviluppatore Baykar.

Coprendo una distanza di circa 2.000 chilometri, gli UCAV hanno così completato un volo di cinque ore viaggiando attraverso tre paesi, il primo nella storia dell'aviazione turca.

Akinci è stato consegnato per la prima volta alle forze di sicurezza turche alla fine di agosto dello scorso anno.

L'UCAV si è aggiunto al Bayraktar TB2 dell'azienda, che è stato ampiamente utilizzato e venduto in vari paesi, tra cui Ucraina, Qatar, Azerbaigian e Polonia.

Finora sei droni Akinci sono entrati in forza e sono stati utilizzati attivamente dalle forze armate turche (TSK). Sono stati per la prima volta utilizzati in un’operazione il mese scorso, quando la Turchia ha lanciato un'offensiva militare contro gli obiettivi del PKK nel nord dell'Iraq.

Akinci è più lungo e più largo del Bayraktar TB2 e può svolgere compiti strategici. Ha un'apertura alare di 20 metri (65 piedi) con la sua esclusiva struttura ad ala attorcigliata ed è dotato di controllo di volo completamente automatico e di un sistema di pilota automatico a tripla ridondanza.

Può trasportare varie armi, tra cui una serie di missili come Smart Micro Munitions (MAM-L) sviluppati dall'appaltatore turco Roketsan. Può essere equipaggiato con il radar AESA (Active Electronically Scansion Array) prodotto localmente e con i missili aria-aria Gökdogan (Merlin) e Bozdogan (Peregrine).

È anche in grado di lanciare diversi altri tipi di munizioni prodotte in Turchia, come lo Stand-Off Missile (SOM) costruito da Roketsan, un missile da crociera aria-superficie a lungo raggio che può colpire bersagli fino a 150 miglia (240 chilometri ) via.

Baykar afferma che l'Akinci può attaccare bersagli sia in aria che a terra. Può anche operare insieme a caccia da combattimento e volare più in alto e rimanere in aria più a lungo rispetto ai droni turchi attualmente in servizio.

Akinci, alla fine del mese scorso, ha condotto il primo tiro dal vivo su un bersaglio marino in un test che lo ha visto colpire un obiettivo utilizzando un kit di guida TEBER MK-82. Si dice che abbia colpito il bersaglio dopo che un Bayraktar TB2 ha eseguito la designazione laser sul bersaglio. Secondo quanto riferito, Akinci ha sganciato una bomba MK-82 da un'altitudine di 20.000 piedi su un bersaglio galleggiante.

Bayraktar TB2 ha guadagnato fama mondiale dopo il suo dispiegamento nei conflitti in Siria, Libia e Karabakh. Finora è stato venduto in quasi 20 paesi, con molte altre nazioni che hanno espresso interesse ad acquistare il drone.

La sua versione aggiornata dovrebbe effettuare il suo primo volo quest'anno. Attualmente, in fase di sviluppo presso le strutture di Baykar, il Bayraktar TB3 sarà in grado di decollare e atterrare sulla nave d'assalto anfibia TCG Anadolu, la futura ammiraglia della Turchia.

Baykar ha anche completato un accordo di esportazione per Akinci con due paesi. Secondo l'azienda, le consegne dovrebbero essere effettuate a partire dal 2023.

 

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

L'autogol delle sanzioni alla Russia: il caso Reliance di Giacomo Gabellini L'autogol delle sanzioni alla Russia: il caso Reliance

L'autogol delle sanzioni alla Russia: il caso Reliance

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

C'era una volta il servizio sanitario nazionale di Gilberto Trombetta C'era una volta il servizio sanitario nazionale

C'era una volta il servizio sanitario nazionale

La Meloni cerca briciole tra la sabbia libica di Michelangelo Severgnini La Meloni cerca briciole tra la sabbia libica

La Meloni cerca briciole tra la sabbia libica

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente