La Russia ha effettuato un attacco aereo all'Isola dei Serpenti

La Russia ha effettuato un attacco aereo all'Isola dei Serpenti

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il ministero della Difesa della Federazione Russa - secondo quanto reso noto da Interfax - ha annunciato un attacco aereo sull'isola dei Serpenti, sulla quale erano sbarcati militari ucraini.

Secondo il rappresentante ufficiale del ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov, durante un briefing tenuto giovedì, intorno alle 5 del mattino, diversi militari ucraini sono sbarcati sull'isola da una barca a motore, e sono stati fotografati con una bandiera.
"L'aereo delle forze aerospaziali russe ha immediatamente lanciato un attacco con missili ad alta precisione sull'isola dei Serpenti, a seguito del quale alcuni militari ucraini sono stati eliminati. I sopravvissuti sono fuggiti in direzione dell'insediamento di Primorskoye nella regione di Odessa", ha affermato Konashenkov.

Secondo il militare di Mosca, un tentativo di piantare la bandiera sull'isola è stato fatto dall'esercito ucraino "sullo sfondo dei fallimenti militari e una massiccia ritirata delle truppe ucraine nel Donbas".

L'Isola dei Serpenti, situata nella parte nord-occidentale del Mar Nero, è passata sotto il controllo dell'esercito russo durante i primi giorni dell'operazione militare speciale in Ucraina.

Il 30 giugno, Konashenkov ha spiegato in un briefing che la Russia aveva volontariamente ritirato i militari dall'isola. "Il 30 giugno, come passo di buona volontà, le forze armate della Federazione Russa hanno completato i compiti assegnati sull'isola dei Serpenti e hanno ritirato la guarnigione di stanza lì", aveva spiegato. Secondo lui, questa decisione "non consentirà a Kiev di speculare sul tema dell'imminente crisi alimentare, riferendosi all'impossibilità di esportare grano a causa del controllo totale della Russia sulla parte nord-occidentale del Mar Nero".
 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico di Gilberto Trombetta Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra