Lavrov torna il Siria dopo 8 anni e incontra Assad: Mosca e Damasco rafforzano le loro relazioni

Lavrov torna il Siria dopo 8 anni e incontra Assad: Mosca e Damasco rafforzano le loro relazioni

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Lavrov torna in Siria. L'ultima volta era stato a Damasco per il incontrare il Presidente siriano Bashar al Assad nel febbraio 2012 , riferisce RIA Novosti. Il diplomatico è stato accompagnato nel viaggio dalla portavoce del ministero, María Zakharova.


 
 
 
 
 
Il presidente Bashar Al-Assad ha incontrato il resto della delegazione russa guidata dal vice primo ministro Yuri Borisov.
 
Il presidente siriano ha espresso la gratitudine di tutti i siriani per ciò che il governo e il popolo russo stanno facendo politicamente, militarmente ed economicamente per aiutare la Siria a ritrovare la stabilità e l'integrità del suo territorio e superare le conseguenze del terrorismo economico sui cittadini siriani.
 
"La Siria ha adottato e continua ad adottare un approccio flessibile nel viaggio politico in parallelo con la lotta al terrorismo al fine di raggiungere sicurezza e stabilità e ottenere ciò che il popolo siriano desidera", ha spiegato Assad secondo quanto riportato dall'Agenzia SANA.
 
Ha anche ribadito che il governo siriano è determinato a continuare a lavorare con gli alleati russi per attuare gli accordi firmati tra i due paesi, compreso il successo degli investimenti russi in Siria.
 
Nel corso dell'incontro, le due parti hanno espresso la loro soddisfazione per il livello raggiunto dalla cooperazione bilaterale tra i due paesi in vari campi ed è stata ratificata la volontà comune di Mosca e Damasco di continuare a sviluppare e promuovere tale cooperazione per il bene dei due popoli. amici.
 
In ambito economico sono state discusse nel corso dell'incontro le modalità di attuazione degli accordi sottoscritti tra le due parti e il loro impegno per giungere a nuovi accordi atti a mitigare gli effetti delle sanzioni.
 
È stata sottolineata l'importanza di iniziare ad applicare i meccanismi che aiutano a superare il blocco economico e le pressioni sul popolo siriano.
 
Sul versante politico, la delegazione russa ha ratificato la continuazione del sostegno della Russia alla Siria e dei suoi sforzi politici nei vari percorsi nonostante i tentativi di alcuni paesi occidentali di ostacolare il raggiungimento di qualsiasi intesa o accordo che favorisca il popolo siriano.
 
Hanno sottolineato l'importanza della conservazione della sovranità, dell'unità e dell'integrità del territorio siriano, il recupero della Siria del suo ruolo regionale e internazionale.
 

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci di Francesco Santoianni I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci

I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci

Uscire dal lockdown delle menti Uscire dal lockdown delle menti

Uscire dal lockdown delle menti

Ma perché "con l'Europa" ce l'abbiamo fatta? di Antonio Di Siena Ma perché "con l'Europa" ce l'abbiamo fatta?

Ma perché "con l'Europa" ce l'abbiamo fatta?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti