PNRR: indebitarsi con Bruxelles per salvare aziende straniere

PNRR: indebitarsi con Bruxelles per salvare aziende straniere

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La truffa e l’inutilità del “Piano nazionale di ripresa e resilienza” (PNRR) sta nel fatto che i fondi europei (ammesso arrivino davvero) andranno a favorire, in massima parte, beni e servizi prodotti e forniti da società estere.

Questo significa che lo Stato italiano si indebiterà con gli strozzini di Bruxelles per salvare le aziende straniere che, con la scusa di salvaguardare l’occupazione dei lavoratori italiani, dreneranno enormi risorse pubbliche. Somme che qualunque altro governo di sani di mentre avrebbe investito esclusivamente in favore dell’economia nazionale. 

Detto in altre parole. 

Dalla gigantesca crisi che si è prodotta a causa della pandemia, non se ne esce pompando soldi nell’economia a cazzo di cane. Sperando, come al solito, che il mercato si autoregoli e tutto si aggiusti magicamente da solo. 

L’unica strada realmente efficace per risollevare il tessuto produttivo italiano è finanziare in modo mirato e programmato (qualcuno direbbe pianificato, almeno in parte) le aziende con capitali interni e sedi legali in Italia. 

Incentivando nuove aperture, panificando la costruzione di nuovi poli industriali (possibilmente ecosostenibili) e risollevando le nostre spopolate e depresse aree artigianali e manifatturiere attualmente piene solamente di capannoni decadenti e abbandonati.

Autarchia? Nient’affatto. 

Lo stanno facendo pari pari negli USA di Biden con il programma “Buy American”. Il provvedimento governativo iper-protezionista che punta a incentivare e tutelare il mercato e la produzione interna anziché quella estera. 

E invece noi, in nome de Leuropa, del libero mercato e della sedicente solidarietà europea, andremo gaudentemente a finanziare coi nostri soldi le aziende francesi, tedesche e olandesi. E andando così a salvare il culo agli stessi che - fosse dipeso esclusivamente da loro - ci avrebbero lasciato allegramente fallire per ricomprarci a prezzo stracciato. 

Poi quello che fanno i libdem americani torneremo a considerarlo quando ci sarà da ciarlare nuovamente di tutela delle minoranze e sedicenti diritti civili. Con buona pace di tutto il resto.

Antonio Di Siena

Antonio Di Siena

Direttore editoriale della LAD edizioni. Avvocato, blogger e autore di "Memorandum. Una moderna tragedia greca" 

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

L'autogol delle sanzioni alla Russia: il caso Reliance di Giacomo Gabellini L'autogol delle sanzioni alla Russia: il caso Reliance

L'autogol delle sanzioni alla Russia: il caso Reliance

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

C'era una volta il servizio sanitario nazionale di Gilberto Trombetta C'era una volta il servizio sanitario nazionale

C'era una volta il servizio sanitario nazionale

La Meloni cerca briciole tra la sabbia libica di Michelangelo Severgnini La Meloni cerca briciole tra la sabbia libica

La Meloni cerca briciole tra la sabbia libica

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente