Qual è l'aviazione militare più forte dell'America Latina?

Qual è l'aviazione militare più forte dell'America Latina?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Qual è il paese che in America Latina possiede la migliore aviazione militare? Secondo la rivista statunitense Military Watch non ci sono dubbi: la migliore forza aerea è quella del Venezuela. La superiorità dell’aeronautica di Caracas non è data dal numero di velivoli, ma dalla qualità. A fare la differenza sono i caccia e i sistemi missilistici prodotti dalla Russia. 

La forza aerea del Venezuela è composta principalmente da 23 caccia russi Su-30MKV (una versione del Su-30MK2 per il Venezuela) che trasportano sia armi per il combattimento aereo che per attacchi al suolo. Tra le armi che può utilizzare c'è il missile anti-nave Kh-31, i cui lanci sono stati mostrati di recente in video.

Oltre al caccia russo di livello avanzato, il Venezuela dispone anche di 10 elicotteri da combattimento Mi-35M2.

A questo si aggiunge il resto dell'equipaggiamento costituito dai sistemi di difesa aerea S-300VM, Buk-M2 e Pechora-2M di medio raggio, oltre a un gran numero di carri armati T-72B1V, BMP-3, BTR- 80A Armi semoventi SAU Msta-S, Noah-SVK, MLRS Grad e Smerch. Senza contare le forze di terra equipaggiate con sistemi Igla-S e ZU-23 / 30m1-4, bazooka e missili che possono essere lanciati dai soldati nel combattimento terra-aria.

I nemici di Caracas sono quindi avvisati. Il Venezuela ha le capacità di difendersi e resistere a eventuali aggressioni armate. Forse anche per questo gli USA nonostante le minacce, da ultime quelle di Trump che affermava che "tutti gli scenari erano sul tavolo" facendo aleggiare lo spettro dell’intervento armato, non si sono mai spinti sino all’invasione militare. 

Detto questo, il governo di Maduro ha compiuto sforzi per proteggere il Venezuela acquisendo armi di fascia alta e conducendo esercitazioni. In questo senso, il presidente venezuelano ha sottolineato che sia gli Stati Uniti che i loro alleati sanno che il cosiddetto "Scudo Bolivariano" rappresenta un forte ostacolo a qualsiasi aggressione militare.

Spesso gli aerei statunitensi hanno tentato di violare lo spazio aereo venezuelano e il Venezuela ha agito immediatamente contro queste incursioni illegali, che si sono concluse con le espulsioni immediate degli aggressori. Solo nel 2019 le Forze Armate Nazionali Bolivariane (FANB) hanno rilevato, attraverso il sistema radar del Comando di Difesa Spaziale (CODAI), più di 76 incursioni di aerei illegali che hanno violato i cieli venezuelani.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

"Gli affari di Letta" e la morte della politica di Paolo Desogus "Gli affari di Letta" e la morte della politica

"Gli affari di Letta" e la morte della politica

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi di Giorgio Cremaschi I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

Thomas Piketty, la Cina e Noi   di Bruno Guigue Thomas Piketty, la Cina e Noi

Thomas Piketty, la Cina e Noi

Alcune note scomode sul ddl Zan Alcune note scomode sul ddl Zan

Alcune note scomode sul ddl Zan

Ursula e i sette figli di Antonio Di Siena Ursula e i sette figli

Ursula e i sette figli

Covid-19(84) : il conflitto orizzontale definitivo di Gilberto Trombetta Covid-19(84) : il conflitto orizzontale definitivo

Covid-19(84) : il conflitto orizzontale definitivo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti