Quale ritiro? Gli USA inviano bombardieri strategici in Medio Oriente per "scoraggiare una possibile aggressione"

2621


Diversi bombardieri statunitensi B-52 hanno effettuato una missione "improvvisa" a lungo raggio in Medio Oriente ieri, giorni dopo che il Pentagono aveva annunciato la riduzione delle sue truppe in Iraq e Afghanistan, riferisce il Comando centrale degli Stati Uniti (CENTCOM).
 
Il comandante della 9a forza aeronautica statunitense Greg Guillot ha affermato che le operazioni dei bombardieri "evidenziano le capacità robuste e diversificate dell'aeronautica americana, che possono essere prontamente disponibili nell'area di responsabilità del CENTCOM".
 
"La capacità di spostare rapidamente le forze dentro, fuori e intorno al palco per afferrare, mantenere e sfruttare l'iniziativa è la chiave per scoraggiare possibili aggressioni", hanno aggiunto i militari.
 
Solo martedì scorso, il segretario alla Difesa degli Stati Uniti ad interim, Christopher Miller,aveva indicato la data del prossimo 15 gennaio come termine ultimo per la riduzione del contingente statunitense in Iraq e Afghanistan. "Entro il 15 gennaio 2021, il numero delle nostre forze in Afghanistan sarà di 2.500 soldati. Anche il numero delle nostre forze in Iraq sarà di 2.500 entro la stessa data", aveva annunciato Miller.
 

di Francesco Erspamer 

Diego ci disse 'hijos de puta'. Aveva ragione

di Paolo Desogus

Il tabù MES per i "progressisti rispettabili"

di Giorgio Cremaschi

Le 6 fake news di Bruno Vespa su Mussolini e il fascismo

di Thomas Fazi

Trent'anni di cazzate liberiste. Capitolo Fazio-Giannini

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti