Saccheggio delle risorse e fine dell'occupazione straniera. Damasco confida nel G77 + Cina

Saccheggio delle risorse e fine dell'occupazione straniera. Damasco confida nel G77 + Cina

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

 

Bashar Jaafari, Vice Ministro degli Affari Esteri siriano e delegato permanente della Siria all'ONU, ha affermato che il suo paese "confida nel prezioso sostegno del Gruppo dei 77 più la Cina per porre fine al saccheggio delle sue risorse naturali e all'occupazione straniera dei suoi territorio.

Durante il primo incontro nel 2021 del G77 + Cina tenutosi a livello di ambasciatori e presieduto dalla Repubblica di Guinea, l'ambasciatore siriano ha affermato che "le sfide che il nostro mondo deve affrontare oggi sono enormi e che in un breve periodo di tempo, la pandemia Covid-19 ha interrotto gli sforzi per realizzare l'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, e ha anche mostrato la fragilità del mondo e la sua interconnessione”.

"La cooperazione multilaterale è sempre il modo migliore per superare tutte le sfide globali, e purtroppo alcuni governi preferiscono ancora la via dell'unilateralismo, compresa l'imposizione di misure coercitive unilaterali e illegali contro alcuni paesi", ha ricordato il diplomatico.

Ha aggiunto che attualmente abbiamo bisogno di più solidarietà, cooperazione e azione collettiva per attuare l'Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile, lontano dall'unilateralismo e dalla politicizzazione.

Secondo Jaafari, questo gruppo deve essere preservato con tutti i mezzi possibili perché da quando è stato creato, la solidarietà tra i suoi membri è sempre stata la chiave del suo successo e ai paesi è stato permesso di difendere i propri interessi.

Ha concluso il suo discorso sottolineando l'importanza della risoluzione annuale del gruppo intitolata "La sovranità permanente del popolo palestinese nei territori palestinesi occupati, inclusa Gerusalemme Est e la popolazione araba nel Golan siriano occupato e le sue risorse naturali".

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Il libro di Giavazzi da leggere per capire che cos'è il governo Draghi di Francesco Erspamer  Il libro di Giavazzi da leggere per capire che cos'è il governo Draghi

Il libro di Giavazzi da leggere per capire che cos'è il governo Draghi

Europei, Uiguri e i deliri di Washington   di Bruno Guigue Europei, Uiguri e i deliri di Washington

Europei, Uiguri e i deliri di Washington

Che cosa significa affidare il Recovery Plan a McKinsey di Giuseppe Masala Che cosa significa affidare il Recovery Plan a McKinsey

Che cosa significa affidare il Recovery Plan a McKinsey

L'Ue non ha fururo. E alla fine ci è arrivato anche Prodi! di Pasquale Cicalese L'Ue non ha fururo. E alla fine ci è arrivato anche Prodi!

L'Ue non ha fururo. E alla fine ci è arrivato anche Prodi!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti