"Senza Soleimani, la visita di Papa Francesco in Iraq non sarebbe stata possibile"

"Senza Soleimani, la visita di Papa Francesco in Iraq non sarebbe stata possibile"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Un politico iraniano afferma che se il generale Qasem Soleimani non avesse combattuto il terrorismo, la visita di Papa Francesco in Iraq non sarebbe stata possibile.

Oggi, papa Francesco è arrivato a Baghdad, la capitale irachena. nel suo tour  che durerà fino all'8 marzo visiterà diverse province del paese arabo.

Attraverso un messaggio pubblicato sul social network Twitter , Hosein Amir Abdolahian, consigliere speciale del presidente del Parlamento iraniano, ha dichiarato lo stesso giorno che “senza l'importante ruolo del generale Soleimani, Abu Mahdi al-Muhandis e dei martiri del lotta contro il terrorismo e l'ISIS-Daesh in Iraq e in tutta la regione, papa Francesco non sarebbe stato in grado di entrare in Iraq in modo sicuro e conveniente."

Amir Abdolahian ha avvertito, però, che gli interventi della Casa Bianca e la presenza delle truppe Usa in Iraq rimangono ancora fonte di insicurezza.

Alla vigilia della visita di Papa Francesco diverso internauti iracheni hanno ricordato al Papa che Washington è l'autore del crimine dell'assassinio del Generale Soleimani.

Attraverso meme e illustrazioni, gli utenti dei social hanno affermato che se non fosse stato per il ruolo della Resistenza e della lotta del generale Soleimani e dei suoi compagni, il cristianesimo non sarebbe rimasto in Iraq e non ci sarebbe traccia della Chiesa. "Il Papa sa che gli Stati Uniti hanno ucciso i liberatori delle chiese [dalle grinfie dell'ISIS]?" , si legge in uno dei disegni.

 

Potrebbe anche interessarti

Perché Andrea Agnelli non si è ancora dimesso? di Francesco Erspamer  Perché Andrea Agnelli non si è ancora dimesso?

Perché Andrea Agnelli non si è ancora dimesso?

Roberto Speranza: l'inettitudine al comando di Paolo Desogus Roberto Speranza: l'inettitudine al comando

Roberto Speranza: l'inettitudine al comando

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

La verità sul piatto La verità sul piatto

La verità sul piatto

No, il Calcio non siete voi! di Antonio Di Siena No, il Calcio non siete voi!

No, il Calcio non siete voi!

Il vero "dividendo dell'euro" di Gilberto Trombetta Il vero "dividendo dell'euro"

Il vero "dividendo dell'euro"

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti