Tra i dati rubati a Facebook anche il cellulare di Zuckerberg

Tra i dati rubati a Facebook anche il cellulare di Zuckerberg

Foto Reuters

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il numero di cellulare del fondatore e CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, è tra i dati personali degli oltre 533 milioni di utenti di questo social network trapelati gratuitamente online.

Come confermato dal cyber ricercatore Dave Walker, tra i dati personali rubati e pubblicati in un forum compaiono il nome, l'ubicazione e le informazioni sul matrimonio di Zuckerberg, nonché la data di nascita e l'ID utente Facebook del fondatore della rete.

"L'ironia è che, purtroppo, anche Mark Zuckerberg è incluso nella fuga di notizie", afferma il ricercatore in un tweet, in cui suggerisce ai giornalisti che vogliono ottenere una dichiarazione da Facebook sul furto di dati che  possono "fare semplicemente una chiamata" .

Dati personali simili sui cofondatori di Facebook, Chris Hughes e Dustin Moskovitz, sono inclusi anche tra le informazioni rubate riporta  il Daily Mail.

La fuga di notizie e la risposta di Facebook

Le informazioni rubate includono nomi utente completi, numeri di telefono, ID Facebook, luoghi, date di nascita, informazioni biografiche e in alcuni casi indirizzi e-mail, tra le altre informazioni, secondo Alon Gal, chief technology officer dell'azienda Hudson Rock, che è stato il primo a scoprire  la perdita.

La fuga di notizie ha colpito utenti in più di 100 paesi inclusi oltre 32 milioni di record di utenti Internet negli Stati Uniti, 13 milioni in Messico, quasi 11 in Spagna, 8 in Brasile, lo stesso numero in Perù e quasi 7 milioni in Cile.

Da parte sua, la portavoce di Facebook Liz Bourgeois ha minimizzato la notizia, sostenendo che si tratta di dati "vecchi" e che la vulnerabilità relativa alla perdita di dati era già stata risolta nell'agosto 2019.

Potrebbe anche interessarti

Perché Andrea Agnelli non si è ancora dimesso? di Francesco Erspamer  Perché Andrea Agnelli non si è ancora dimesso?

Perché Andrea Agnelli non si è ancora dimesso?

Roberto Speranza: l'inettitudine al comando di Paolo Desogus Roberto Speranza: l'inettitudine al comando

Roberto Speranza: l'inettitudine al comando

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

La verità sul piatto La verità sul piatto

La verità sul piatto

No, il Calcio non siete voi! di Antonio Di Siena No, il Calcio non siete voi!

No, il Calcio non siete voi!

Il vero "dividendo dell'euro" di Gilberto Trombetta Il vero "dividendo dell'euro"

Il vero "dividendo dell'euro"

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti