Ucraina, un utile promemoria per chi crede ancora agli "esperti"

Ucraina, un utile promemoria per chi crede ancora agli "esperti"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Continuano ad impazzare sui media “esperti” che leggono la guerra in Ucraina come l’ovvio sbocco dell’imperialismo di Putin. Ad essi dedichiamo questo piccolo promemoria.

L’articolo nell’immagine di copertina è del 20 febbraio quando a seguito dell’intensificarsi degli attacchi di Kiev e delle sue milizie fasciste, cominciata a gennaio, le popolazioni del Donbass si rifugiavano in Russia.

E “l’Operazione Militare Speciale” russa è cominciata il 24 febbraio, verosimilmente per sventare l’invasione del Donbass da parte di Kiev che, secondo documenti ormai pubblici ma certamente già a conoscenza dei servizi di intelligence russi, era prevista per i primi di marzo.

Molto probabilmente questo spiegherebbe la colossale esercitazione dell’esercito russo tenutasi a ridosso della frontiera con il Donbass (che sarebbe dovuta finire il 18 febbraio) con la quale, verosimilmente, Putin sperava di dissuadere Kiev a porre fine agli attacchi contro il Donbass. Esercitazione, invece annunciata dalla Cia e dai suoi giornali come un preparativo all’invasione nonostante la, surreale, dichiarata incredulità del ministro della Difesa ucraino (<<Parlare di un’invasione russa nei prossimi giorni è inopportuno>>) o (<<è pressione psicologica dei nostri vicini>>) di Zelensky. I quali, verosimilmente, si illudevano che al primo soldato russo che sconfinava in Ucraina la Nato avrebbe dichiarato guerra alla Russia. Senza capire che il ruolo assegnato agli Ucraini era solo quello di carne da cannone per logorare il potere del Cremlino.

Come sia finita questa storia è cronaca di oggi." 

Francesco Santoianni

Francesco Santoianni

Cacciatore di bufale di e per la guerra. Autore di "Fake News. Guida per smascherarle"

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia di Antonio Di Siena Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico di Gilberto Trombetta Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti