Conte basta bugie. È un lockdown di fatto che uccide migliaia di piccole imprese

8495


di Marino Poerio*

Governo bugiardo e cialtrone.

Governo che uccide le piccole imprese e costringe alla rivolta.

Cosa significa che si vuole evitare un lock down generalizzato? 

Questo lo è di fatto.

Possiamo andare a lavorare, teoricamente, ma per fare cosa? 

Chi già nel mondo dei bar e della ristorazione raschia il fondo alla mattina e a mezzogiorno a causa del tele lavoro, adesso dovrà rinunciare del tutto alla clientela degli aperitivi e delle cene.

Starà aperto a pranzo, ma per attendere quali clienti? Che colossale presa in giro.

Solo i ristoranti degli alberghi potranno far cenare i propri ospiti. Cioè praticamente nessuno, visto che sono vuoti da mesi.

Presidente Conte, lei sta ingannando milioni di lavoratori italiani,  gioca crudelmente con le parole sulla nostra pelle.

Chiude palestre e strutture come teatri e cinema che si erano messe a norma, ma tiene aperto il campionato, così ci possiamo tutti distrarre col calcio.

Che acume. Applausi. 

E i mezzi pubblici che da mesi brulicano di gente?

Raccomandazioni, solo raccomandazioni: nessun aumento dei mezzi, nessun controllo, nessun distanziamento. 

Non chiude i negozi, no, il nostro Presidente.

Ma dimentica di elargire un mazzo di carte ai negozianti, per farsi un solitario in attesa che entri qualcuno: in bocca al lupo.

Saranno come al solito pieni i supermercati, dove l'assembramento è la regola. 

E volerà come al solito Amazon,  perché nell'incertezza, tra i divieti e le limitazioni la gente comprerà sempre più lì.

Anche le casse dello stato - cui Amazon versa solo due spiccioli - sentitamente ringraziano. 

La smetta, presidente Conte, di millantare  ristori e mirabolanti fondi perduti che, se arriveranno, saranno esattamente come l'altra volta: inutili. 

Il suo governo sta affossando il paese.

Perché, vede, noi da mesi siamo in ginocchio proprio per l'inadeguatezza di ciò che voi (non) avete fatto finora.

Con quale faccia,  con quale oltraggiosa impudicizia lei ora annuncia altre promesse, non avendo mai mantenute quelle precedenti?

Lei dice che vuole tutelare insieme la salute e l'economia. 

I dati oggettivi dicono che sta affossando entrambe,  togliendoci per di più più il lavoro, la dignità e la libertà.

Lei afferma con tono compunto che "tutti noi" dovremo fare piccoli sacrifici, e questa è la cosa più grave , inaccettabile. 

Primo perché lei e quelli come lei di sacrifici non ne hanno mai fatti e non ne faranno né ora né mai: non si permetta di includervi in quel "noi".

E poi perché i nostri sacrifici non sono 'piccoli': ci state non chiedendo ma ordinando di sacrificare le nostre vite.

Lo faccia lei, dia l'esempio,  o almeno sacrifichi il suo governo.

*Fondatore del Movimento delle Saracinseche

di Francesco Erspamer 

Diego ci disse 'hijos de puta'. Aveva ragione

di Paolo Desogus

Il tabù MES per i "progressisti rispettabili"

di Giorgio Cremaschi

Le 6 fake news di Bruno Vespa su Mussolini e il fascismo

di Thomas Fazi

Trent'anni di cazzate liberiste. Capitolo Fazio-Giannini

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti