Coronavirus, Lancet sul vaccino cinese: «Induce risposta immunitaria rapida»

Coronavirus, Lancet sul vaccino cinese: «Induce risposta immunitaria rapida»

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

 

Vaccini contro il covid. C’è vita oltre il mondo occidentale. Dalla Cina arrivano notizie incoraggianti su quello sviluppato da Sinovac Biotech. Il vaccino può indurre risposte anticorpali rapide ed è adatto per l'uso di emergenza, come hanno mostrato i risultati della sperimentazione preliminare pubblicati sulla rivista medica The Lancet Infectious Diseases, secondo quanto riporta l’emittente CGTN.

 

CoronaVac, il vaccino di Sinavac, "è stato ben tollerato e ha indotto risposte umorali contro SARS-CoV-2, che ha sostenuto l'approvazione dell'uso di emergenza di CoronaVac in Cina e in tre studi di fase 3", si legge nei risultati.

 

Sebbene le sperimentazioni nella fase iniziale e intermedia non siano state progettate per valutare l'efficacia di CoronaVac, i ricercatori hanno affermato che potrebbe fornire una protezione sufficiente, in base alla loro esperienza con altri vaccini e ai dati di studi preclinici con i macachi.



 

CoronaVac e altri quattro vaccini sperimentali sviluppati in Cina sono attualmente in fase di sperimentazione in una fase avanzata per determinare la loro efficacia nella prevenzione del COVID-19.

 

I risultati di Sinovac, pubblicati in un documento sottoposto a revisione paritaria su The Lancet Infectious Diseases, derivano dai risultati degli studi clinici di fase I e II in Cina che hanno coinvolto più di 700 partecipanti.

 

"I nostri risultati mostrano che CoronaVac è in grado di indurre una rapida risposta anticorpale entro quattro settimane dall'immunizzazione somministrando due dosi di vaccino a un intervallo di 14 giorni", ha detto Zhu Fengcai, uno degli autori dell'articolo.

 

I ricercatori hanno affermato che i risultati di ampi studi in fase avanzata o studi di fase III sarebbero cruciali per determinare se la risposta immunitaria generata da CoronaVac fosse sufficiente a proteggere le persone dall'infezione da coronavirus.

 

Sinovac sta attualmente conducendo tre prove di Fase III, in Indonesia, Brasile e Turchia.

 

Naor Bar-Zeev della Johns Hopkins University, che non è stato coinvolto nello studio, ha affermato che i risultati devono essere interpretati con cautela fino alla pubblicazione dei risultati di Fase III.

 

"Ma anche allora, dopo il completamento della fase III della sperimentazione e dopo la licenza, dovremmo prudentemente rimanere cauti”, ha spiegato. 

 

CoronaVac è uno dei tre vaccini COVID-19 sperimentali finora sviluppati in Cina. Gli altri due vaccini del programma, entrambi sviluppati da istituti collegati a Sinopharm, e un altro vaccino di CanSino Biologics, hanno dimostrato di essere sicuri e hanno attivato risposte immunitarie nelle sperimentazioni in fase iniziale e intermedia, secondo articoli sottoposti a revisione paritaria.

 

Gang Zeng, un ricercatore Sinovac coinvolto nello studio CoronaVac, ha detto che il vaccino potrebbe essere un'opzione interessante perché può essere conservato alle normali temperature del frigorifero da 2 a 8 gradi Celsius e può rimanere stabile fino a tre anni.

 

“Potrebbe dare alcuni vantaggi per la distribuzione nelle regioni in cui l'accesso alla refrigerazione è difficile", ha detto l'autore. 

 

La notizia però non ha suscitato particolari reazioni alle nostre latitudini. Evidentemente quando non si tratta di multinazionali del farmaco in occidente mostrano scarso interesse. Ma non ci stancheremo mai di ripeterlo: in tutta la vicenda covid, particolarmente sulla questione vaccini, c’è troppa poca scienza. Si tratta più di lotta politica, geopolitica ed economia. 

Potrebbe anche interessarti

Trump e la quinta colonna del peggior capitalismo di Francesco Erspamer  Trump e la quinta colonna del peggior capitalismo

Trump e la quinta colonna del peggior capitalismo

Censura web. Da Trump a Il Manifesto ci è voluto poco di Paolo Desogus Censura web. Da Trump a Il Manifesto ci è voluto poco

Censura web. Da Trump a Il Manifesto ci è voluto poco

29 DICEMBRE 1890 STRAGE DI WOUNDEED KNEE di Giorgio Cremaschi 29 DICEMBRE 1890 STRAGE DI WOUNDEED KNEE

29 DICEMBRE 1890 STRAGE DI WOUNDEED KNEE

E ora che succede con la seconda dose Pfizer? di Francesco Santoianni E ora che succede con la seconda dose Pfizer?

E ora che succede con la seconda dose Pfizer?

La farsa di Capitol Hill  e la fiction democratica   di Bruno Guigue La farsa di Capitol Hill  e la fiction democratica

La farsa di Capitol Hill e la fiction democratica

I deliri darwinisti di Monti di Antonio Di Siena I deliri darwinisti di Monti

I deliri darwinisti di Monti

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti