Crimini di guerra di Israele in Palestina. CPI apre ufficialmente indagini

 Crimini di guerra di Israele in Palestina. CPI apre ufficialmente  indagini

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il procuratore generale della Corte penale internazionale (CPI) ha annuncia l'apertura di un'indagine sui crimini di guerra di Israele nella Palestina occupata.

“Confermo oggi l'apertura di un'indagine sulla situazione in Palestina da parte del pubblico ministero della Corte penale internazionale (CPI). […] L'indagine riguarderà i crimini di competenza della Corte che sarebbero stati commessi (...) dal 13 giugno 2014 ”, ha annunciato il procuratore generale dell'ICC, Fatou Bensouda, attraverso una dichiarazione pubblicata oggi.

Tuttavia, come ha precisato Bensouda nella sua dichiarazione, detta indagine sarà condotta "in modo indipendente, imparziale e oggettivo, senza timori o favoritismi".

Questo mentre ieri, il regime israeliano ha stimato che centinaia delle sue forze sarebbero state oggetto di indagini sui crimini di guerra da parte del Tribunale dell'Aia, motivo per cui ha affermato che cerca di "cercare di influenzare la Corte penale internazionale" per proteggerle.

A seguito di ripetute richieste delle autorità palestinesi, Bensouda ha affermato nel dicembre 2019 che c'era una "base ragionevole" per avviare un'indagine sui crimini di guerra sulle azioni militari israeliane nella Striscia di Gaza, nonché sulle attività di insediamento. Israeliani nella Cisgiordania occupata.

L'organo giudiziario ha stabilito il 5 febbraio scorso si era dichiarato competente per indagare sulle atrocità commesse dall'esercito israeliano nella Cisgiordania occupata, nella Striscia di Gaza e a Gerusalemme (Al-Quds), dove Israele occupa da più di 50 anni.

Infatti, il regime israeliano non è un membro della Corte penale internazionale, creata nel 1998, ma la Palestina è uno Stato Parte allo Statuto di Roma, la carta costitutiva della Corte, dal gennaio 2015, quindi l'Ufficio del Procuratore avrebbe il potere di indagare sui presunti reati, indipendentemente dalla nazionalità dei possibili autori.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi di Giorgio Cremaschi I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

Thomas Piketty, la Cina e Noi   di Bruno Guigue Thomas Piketty, la Cina e Noi

Thomas Piketty, la Cina e Noi

La Stampa parla apertamente di "governo militare" di Thomas Fazi La Stampa parla apertamente di "governo militare"

La Stampa parla apertamente di "governo militare"

L'agenda politica dietro il "lasciapassare" di Antonio Di Siena L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti