Generale libico: Per risolvere la crisi In Libia abbiamo bisogno della Russia, non di Qatar, Turchia e Italia

Generale libico: Per risolvere la crisi In Libia abbiamo bisogno della Russia, non di Qatar, Turchia e Italia

Secondo l'alto comandante militare, nella crisi libica "la diplomazia russa dovrebbe svolgere un ruolo importante".

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Per risolvere la crisi in Libia, l'intervento russo con il suo presidente, Vladimir Putin sarebbe  necessario, ha dichiarato a RIA Novosti il generale di brigata Ahmed Al Mismari, rappresentante ufficiale della Forze armate libiche.


 
Secondo l'alto comandante, "la crisi della Libia ha bisogno dell'intervento della Russia e del presidente Putin, e la scomparsa di giocatori stranieri dal campo libico, come la Turchia, il Qatar e l'Italia". "La diplomazia russa dovrebbe svolgere un ruolo importante qui", ha insistito.
 
I rappresentanti della Forze armate libiche e il Parlamento con sede a Tobruk nella parte orientale del paese, accusano il Qatar, la Turchia e il Sudan di aiutare gli estremisti nel paese. Incolpano anche l'Italia, che sta collaborando con il governo dell'Accordo nazionale (GNA), a Tripoli, per impedire che si tengano le elezioni.
 

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci di Francesco Santoianni I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci

I vaccini non sono la risposta definitiva al Covid. Parola di Fauci

Uscire dal lockdown delle menti Uscire dal lockdown delle menti

Uscire dal lockdown delle menti

Ma perché "con l'Europa" ce l'abbiamo fatta? di Antonio Di Siena Ma perché "con l'Europa" ce l'abbiamo fatta?

Ma perché "con l'Europa" ce l'abbiamo fatta?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti