La Scienza che ti difende dall’emergenza: "i fatti che vi tengono nascosti"

La Scienza che ti difende dall’emergenza: "i fatti che vi tengono nascosti"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La casa editrice Byoblu ha pubblicato un ottimo saggio  ricco di libera informazione, certificata da molti dati e grafici: “Stop Vax. I fatti che vi tengono nascosti (Paolo Becchi, Nicola Trevisan, Giovanni Zibordi, novembre 2021, 350 pagine, euro 20).

 

Negli ultimi mesi, in molti nazioni, vari studi scientifici internazionali istituzionali, non collegati alle multinazionali farmaceutiche, sembrano dimostrare che i vaccini contro la malattia Covid-19 sono imperfetti. Risultano poco efficaci: non evitano i contagi e la diffusione della malattia (p. 8). Alcune ambiguità scientifiche erano emerse anche all’inizio dell’epidemia parainfluenzale.

Per quanto riguarda le modalità dell’identificazione e della contabilizzazione dei contagiati, che in gran parte sono persone sane asintomatiche e non malate, l’autorità sanitaria USA, cioè il CDC, “ha rivisto le linee guida per effettuare i tamponi indicando sul suo sito che tamponi sopra 28 o 30 cicli non sono affidabili per indicare da soli un contagio e riportano “falsi positivi”. Com’è noto, in Italia non è indicato il numero di cicli che si utilizzano, ma si suppone che si vada oltre i 40 (p. 13). Inoltre i marcatori genetici per identificare il Sars-Cov-2 sono passati da tre a uno in vari paesi europei (a me appare una prova molto chiara di malafede). Infatti esistono decine di tipologie di coronavirus e centinaia di ceppi influenzali e parainfluenzali che possono far scattare la positività.

Inoltre bisogna sottolineare “che i vaccini Moderna e Pfizer sono stati autorizzati [all’uso] in via emergenziale [provvisoria e condizionata], ma non ancora approvati perché l’approvazione [definitiva] richiede almeno due anni e test su animali. In questo caso, è stato fatto tutto in sei mesi e senza alcun test sugli animali... i partecipanti ai test sono stati seguiti soltanto per due mesi”. Quindi gli effetti collaterali che si sono sviluppati successivamente ai due mesi non sono stati conteggiati. Ora molti studi riscontrano alcuni problemi cardiologici (miocardite, aritmie, eccetera) e almeno un 4 per cento di problemi neurologici (p. 23). In genere un vaccino ci mette 4 anni per essere valutato e approvato definitivamente, mentre nel caso dei “vaccini” che utilizzano delle nuove sostanze biochimiche l’autorizzazione è stata data in poco più di nove mesi (p. 266).

Ci sarebbero molte problematiche da esaminare, ma chiaramente sono costretto a riportare solo alcune questioni. Ad esempio, nel Regno Unito, nella fase con il 52 per cento della popolazione pienamente vaccinata e il 68 per cento parzialmente vaccinata, “le ospedalizzazioni Covid-19 sono triplicate e quelle totali” per tutte le cause sono raddoppiate (p. 34). In Italia “i morti Covid-19 sotto i 50 anni sono circa lo 0,1 per cento e il 99 per cento dei morti Covid-19 sono sopra i 64 anni” e con almeno due patologie pregresse (p.31; molte persone sono state curate in ritardo e male).

Addirittura si è manifestato un fenomeno molto inquietante: la “vigilanza passiva europea e USA finora ha riportato 20.000 decessi e la norma per gli altri vaccini sono alcune centinaia (in Usa si segnalano 200 morti per tutti i vaccini all’anno). Non esistono farmaci e trattamenti in commercio per cui si segnalino migliaia di morti” (p. 104; di solito partono class action multimilionarie).

Inoltre in Israele si è verificato un fenomeno controintuitivo: dopo la vaccinazione il Paese è passato da un tasso di mortalità Covid-19 basso a un tasso alto. Come affermato da virologi come Luc Montagnier e Robert Malone, “è fondamentalmente sbagliato vaccinare la maggioranza della popolazione mentre si sta diffondendo un nuovo virus. Se, cioè si vaccina un 10-15 per cento della popolazione più a rischio (gli ultrasettantenni) funziona; se invece si vaccina il 70 per cento e oltre della popolazione è un boomerang, perché scoppiano le varianti più contagiose” e letali (p 228)..    

Comunque  vorrei sintetizzare una questione esistenziale e morale fondamentale: “l’età media dei morti Covid-19 è 81 anni e l’aspettativa di vita media è 81 anni in Italia… non è la stessa cosa morire a 45 o 85 anni, e i casi che si leggono susseguenti alla vaccinazione rientrano in una casistica di persone molto più giovani di quelle decedute con la Covid-19” (p. 19). Perché questa insistenza nel vaccinare i giovani?

Non esiste nessun valore etico nel sacrificare la salute presente e futura di un bambino, di un adolescente o di un giovane adulto, o addirittura sacrificare la vita, per allungare di sei mesi la vita a una persona oltre gli 80 anni affetta da due o più patologie invalidanti. E chiaro che l’unico interesse in ballo non è quello generale, ma è quello particolare degli azionisti delle multinazionali farmaceutiche e dei politicanti prezzolati che hanno svenduto i diritti civili e la salute dei cittadini.

Di solito nessuno si sofferma a valutare bene le cose più basilari. Anche i medici guardano troppa tv e sono essere umani che si spaventano. Anche i medici sono persone che quando acquisiscono troppo potere non ammettono errori e pensano prima alla loro vanità e al loro conto in banca (i medici che hanno paura di curare una malattia sono come i vigili del fuoco che hanno paura degli incendi). Oggi la manipolazione mentale della popolazione è arrivata fino al punto che la vecchia caccia alle streghe sembra diventata un gioco di società, rispetto alla serietà del disfacimento istituzionale generalizzato (due ottime sintesi: https://www.byoblu.com/tag/massimo-citro-della-riva; http://vocidallestero.blogspot.com/2021/12/un-presidente-tradito-dai-burocrati-il.html).

Purtroppo i bambini e i minorenni non votano. Gli studenti non sono difesi dai sindacati. Invece gli ultraottantenni con due o più patologie, come Berlusconi, sono presenti in Parlamento e in molte società finanziarie e immobiliari (vengono quasi sempre curati molto meglio del resto dei cittadini italiani). Bisogna poi calcolare che l’attuale cascata di denaro legata ai tamponi da somministrare a persone perfettamente sane è un business gestito dalla finanza multinazionale che può essere fermato solo dall’esercito degli Stati Uniti. I veri scienziati e i medici più coscienziosi sanno che i tamponi sono attendibili solo se applicati a persone sintomatiche, e in molti casi sono ugualmente solo parzialmente attendibili, e vanno integrati con altre risultanze diagnostiche.

In definitiva le riflessioni e le conclusioni trattate nel saggio sono quasi tutte molto condivisibili e attendibili, e sono in grado di spiegare perché i maggiori produttori storici “di vaccini al mondo abbiano preferito astenersi dal produrre vaccini anti Covid-19” (p. 103). Sarebbe il mestiere di un vero giornalista quello di fare qualche domanda mirata ai vari responsabili delle multinazionali che hanno rinunciato al gigantesco business basato sui soldi facilissimi. In ogni caso nei test di Glaxo, Merk, Sanofi, il risultato non era migliore dell’immunità naturale. Stranamente il vaccino sembra funzionare per gli attuali produttori biochimici BioNTech  e Moderna, che “non avevano mai avuto l’approvazione per un solo farmaco fino a questo momento, e come tutti sanno hanno usato una tecnologia nuova, mai utilizzata prima” (p. 156). Oltretutto “questi vaccini vengono dati a tappeto all’intera popolazione, azione mai avvenuta nella storia” (p. 156).

Io non ci vedo niente di scientifico in tutti questi strani fenomeni sanitari dove si arriva a imporre la vaccinazione a persone guarite dalla malattia o immunizzate in modo naturale. In tempi normali queste sarebbero azioni da arresto in fragranza di reato e da processo per direttissima. Invece dalle nostre parti i magistrati preferiscono processare per direttissima dei ragazzi che rubano un paio di bomboloni in un bar (fatto vero). Esistono anche altri fenomeni strani: i medici che non concedono l’esenzione vaccinali a persone con problemi fisici seri, persone affette da sindromi neurologiche, o da problemi cardiaci, anche collegati alla presenza di terapie anticoagulanti.

Nel frattempo la Svezia si è affidata con buoni risultati alla promozione dell’immunità naturale: ha la media di un solo morto al giorno (un decimo delle altre nazioni), ed è “l’unico paese in pratica che negli ultimi mesi non ha subito un aumento di contagi. E ora ha derubricato il SARS-CoV-2 a malattia ordinaria togliendo ogni tipo di restrizione” come gli altri paesi scandinavi (p. 261), da sempre considerati i paesi più razionali e con meno corruzione politica e professionale.   

 

Paolo Becchi è nato nel 1955, insegna Filosofia pratica e Bioetica all’Università di Genova, e ha scritto numerosi saggi: https://www.ibs.it/libri/autori/paolo-becchi. Attualmente è reperibile qui: https://www.nicolaporro.it/vaccino-e-allarme-dei-cardiologi-gli-anti-bufale-hanno-torto; https://twitter.com/pbecchi; https://paolobecchi.wordpress.com.  

Nicola Trevisan è nato nel 1982 e si è laureato in Ingegneria Gestionale all’Università di Trieste. Attualmente collabora con alcune imprese che si occupano di servizi pubblici. Per seguire vari approfondimenti recenti: https://infovax.substack.com (reperibile su Twitter).

Giovanni Zibordi è nato nel 1958 e si è laureato in Economia e Statistica all’Università di Modena. Dopo aver conseguito un MBA presso l’Università della California è diventato trader e consulente finanziario (è stato uno dei protagonisti degli appuntamenti del Blog Economy Day). Ha scritto due saggi, e ha scritto su quotidiani e siti web. Attualmente gestisce il sito http://cobraf.com.

Mario Menichella ha curato la seconda Appendice sulle cure domiciliari precoci, pubblicato dalla Fondazione Hume (https://www.fondazionehume.it/author/mario-menichella, ultimi articoli; https://www.fondazionehume.it/author/mario-menichella/page/2, il caso vaccini per i giovani). Il ricercatore ci ha ricordato che l’aspirina è consigliata per gli effetti antiinfiammatori e anticoagulanti, mentre la tachipirina (paracetamolo) abbassa la febbre, e non ha effetti antinfiammatori, e abbatte i livelli di glutatione, un antiossidante che ci difende dalle infezioni.

 

Nota curiosa – In questi ultimi mesi si stanno verificando delle cose molto curiose (alcune esperienze personali preferisco non riportarle): https://ilsimplicissimus2.com/2021/12/17/e-stata-fortunata-ad-essere-stata-vaccinata; https://www.youtube.com/watch?v=TPtU00Aq-_A (il filosofo Giorgio Agamben e i demoni di Norimberga). Comunque se la tecnologia a mRNA funzionasse bene, gli uomini calvi non esisterebbero quasi più, poiché avrebbero già trovato una soluzione molto redditizia. Per molti politici mentire è la via più facile perché ha quasi sempre funzionato con i cittadini distratti del pianeta Terra  (https://stefano.re/negare-il-tradimento). Uno studio realizzato a Singapore nel 2020 ha scoperto che grazie alla robusta memoria delle cellule T e soprattutto delle cellule B, “l’immunità contro il SARS-CoV-2 dura anche 17 anni dopo in pazienti con infezioni da SARS-1 che non hanno mai avuto nemmeno la Covid-19” (p. 177).   

Nota mediatica – Consiglio due link per ricordare come entra in funzione la vera informazione: https://www.youtube.com/watch?v=UuBOm49OYy4 (il lobbismo farmaceutico europeo); https://www.youtube.com/watch?v=eWxS1WQIBM4 (il potere smisurato del lobbismo). E aggiungo un link sul controllo finanziario dei media: https://ilsimplicissimus2.com/2021/10/23/i-padroni-occulti-delle-notizie/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=i-padroni-occulti-delle-notizie.

Nota sugli scenari futuri – Riporto alcuni link per approfondire gli sviluppi futuri del controllo biopolitico mediato dai grandi fondi finanziari che controllano le principali case farmaceutiche: https://www.rossellafidanza.com/2021/12/05/vaccino-immunita-naturale (lo scenario peggiore); https://www.paologulisano.com/ci-sara-una-nuova-pandemia-parola-di-astrazeneca (una lunga riflessione di uno scrittore e medico epidemiologo senza nessun conflitti d’interesse da negare); https://www.maurizioblondet.it/le-opere-di-speranza-il-ministro-che-tutta-europa-ci-invidia (il solito caos all’italiana);  https://www.maurizioblondet.it/tablet-robotici-e-pillole-digitali-come-google-e-co-stanno-sviluppando-la-medicina-di-domani (l’assalto al corpo delle multinazionali digitali); https://www.youtube.com/watch?v=oVCD26dGb_o (l’eurodeputata e avvocato Francesca Donato, probabilmente uno dei trentasei giusti della tradizione ebraica che stanno reggendo la buona sorte dell’umanità). Indubbiamente le rodomontate di Stato sono appena iniziate; https://ilsimplicissimus2.com/2021/12/16/vaccini-la-civilta-si-rifugia-in-giappone (la serietà dei politici e dei medici giapponesi); https://www.youtube.com/watch?v=JdDvSodJ2iE (l’intervento del professor Mariano Bizzarri in Senato; oncologo e ricercatore che si occupa di Medicina Sperimentale).

Nota molto seria – Mi sembra giusto riportare alcuni link scientifici molto seri da contrapporre alla tele-scienza infantilizzante: https://visionetv.it/peter-a-mccullough-non-si-usano-i-bambini-come-scudi-umani; https://www.youtube.com/watch?v=ixD6NFfTeDk (Vincenzo Cuteri, docente di Microbiologia); https://www.youtube.com/watch?v=FelFLdx1N94 (documentario del noto giornalista Silvestro Montanaro, morto l’anno scorso per motivi ignoti nel silenzio generale); https://www.nogeoingegneria.com/uncategorized/39648 (a quanto pare ogni persona ricorda la storia a modo suo); https://ippocrateorg.org/2021/11/23/intervista-a-robert-kennedy-junior, https://www.youtube.com/watch?app=desktop&v=d0zo4A7ySKw&ab_channel=IppocrateOrg (Robert Kennedy Junior, intervista a cura di Irina Boutourline); analisi dei dati degli effetti collaterali: https://www.byoblu.com/2021/12/09/eccesso-di-mortalita-tra-15-e-64-anni-ecco-le-ipotesi-sul-piatto-alberto-donzelli; https://visionetv.it/paolo-bellavite-i-numeri-veri-sulle-reazioni-avverse-al-vaccino-destano-allarme; https://www.youtube.com/watch?v=8GjRVhyezV8 (dati sugli effetti avversi dei vaccini  nei bambini); https://www.youtube.com/watch?v=UMDd5ChB1WM (approfondimenti di cultura giuridica e sanitaria con il professor Pedro Morago, e l’anestesista e consulente medico-legale Barbara Balanzoni); https://www.youtube.com/watch?v=aSjav1735aY (caos tra i medici dell’Ordine dei Medici di Roma); https://ilsimplicissimus2.com/2021/12/19/il-complotto-del-silenzio-e-della-bugia (uno strano fenomeno americano).

 

 

 

 

Damiano Mazzotti

Damiano Mazzotti

"Prima delle leggi, prima della stampa, la democrazia è la parola che puoi scambiare con uno sconosciuto" (Arturo Ixtebarria').

 

Damiano Mazzotti è nato nel 1970 in Romagna e vive in Romagna. Si è laureato in Psicologia Clinica e di Comunità a Padova nel 1995. Nel corso della vita si è occupato di consulenza, di formazione e di comunicazione, lavorando nella Regione Emilia-Romagna, per società di Milano e per l’Istituto Europeo di Management Socio-Sanitario di Firenze. Nel 2008 diventa uno studioso indipendente e un Citizen Journalist che ha pubblicato centinaia di articoli sulla piattaforma informativa Agoravox Italia (www.agoravox.it/Damiano-Mazzotti). Nel 2009 ha pubblicato Libero pensiero e liberi pensatori, il primo saggio di un giornalista partecipativo italiano. 

 

 

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Cosa resta del No Green Pass dopo la sentenza della Consulta? di Francesco Santoianni Cosa resta del No Green Pass dopo la sentenza della Consulta?

Cosa resta del No Green Pass dopo la sentenza della Consulta?

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

L'austerità uccide: il Film sulla privatizzazione della sanità di Gilberto Trombetta L'austerità uccide: il Film sulla privatizzazione della sanità

L'austerità uccide: il Film sulla privatizzazione della sanità

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Le pedine curde degli USA in Medio Oriente di Paolo Pioppi Le pedine curde degli USA in Medio Oriente

Le pedine curde degli USA in Medio Oriente

Apocalisse epidemica di Damiano Mazzotti Apocalisse epidemica

Apocalisse epidemica