L'UE ancora contro la Russia proroga le sanzioni alla Crimea

L'UE ancora contro la Russia proroga le sanzioni alla Crimea

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Ancora una mossa ostile dell’Unione Europea nei confronti della Russia. Il Comitato dei Rappresentanti Permanenti del Consiglio dell'Unione Europea (COREPER) ha esteso le restrizioni contro la Crimea per un altro anno, come ha confermato all’agenzia Tass una fonte diplomatica a Bruxelles.

"Il Coreper ha deciso di estendere le restrizioni contro la Crimea e Sebastopoli per 12 mesi", ha affermato.

La decisione dovrebbe entrare in vigore dopo l'approvazione formale da parte del Consiglio dell'Unione Europea la prossima settimana.

L’Unione Europea mostra nuovamente di non avere una politica estera autonoma, e soprattutto di assumere decisioni che vanno a ledere gli interessi dei popoli europei per implementare un’agenda stabilita altrove e strumentale agli interessi di Washington. 

L'UE ha introdotto restrizioni contro la Crimea e i suoi residenti nel giugno 2014 in risposta a quella che Bruxelles definisce con sprezzo del ridicolo "l'annessione illegale della Crimea e di Sebastopoli". 

Le sanzioni vietano alle compagnie europee di mantenere affari con le imprese della Crimea, vietano ai vettori aerei europei di operare voli da e per la Crimea e alle navi di visitare i porti della Crimea, impongono un blocco commerciale completo sulla penisola e vietano ai paesi dell'UE di rilasciare visti ai residenti in Crimea che posseggono passaporti russi. 

Il pacchetto di sanzioni viene esteso ogni anno senza dibattito perché l'UE ha dichiarato nel 2014 che le restrizioni sarebbero rimaste in vigore finché la Crimea fosse stata parte della Russia.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

11 ottobre, bentornata lotta di classe di Giorgio Cremaschi 11 ottobre, bentornata lotta di classe

11 ottobre, bentornata lotta di classe

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Germania, i No Border contro la Wagenknecht: la partita ha inizio di Michelangelo Severgnini Germania, i No Border contro la Wagenknecht: la partita ha inizio

Germania, i No Border contro la Wagenknecht: la partita ha inizio

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti