Washington rafforza la presenza militare nel nord-est della Siria, ricco di petrolio

Washington rafforza la presenza militare nel nord-est della Siria, ricco di petrolio

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Se cambiassimo gli attori della vicenda, sostituendo gli USA con la Russia e la Siria con una regione dell’Ucraina, i media mainstream aprirebbero le loro versioni cartacee e sul web con questa notizia, o quanto minimo ci sarebbero degli approfondimenti. Invece, questi sono gli attori, tutto tace.

Le truppe di occupazione statunitensi hanno portato armi, munizioni e attrezzature logistiche dalle loro basi in Iraq al governatorato siriano di Hasaka all'inizio di questa settimana, secondo fonti locali, citate dal portale The Cradle.

Secondo quanto riferito, il convoglio militare è entrato in Siria attraverso il valico di frontiera di Al-Waleed, lunedì scorso. Il convoglio comprendeva 33 veicoli carichi di equipaggiamento militare e diretti alle basi di occupazione statunitensi nella città di Rmelan.

Un aereo cargo militare statunitense è stato anche avvistato atterrare alla base dell'aeroporto di Kharab al-Jeer, nella campagna di Hasaka.

La maggiore presenza militare di Washington nella regione ricca di petrolio della Siria giugne nel momento in cui ha intensificato il traffico di petrolio nei governatorati di Hasaka e Deir Ezzor.

Secondo un'indagine indipendente di The Cradle, decine di petroliere passano settimanalmente attraverso traversate illegali dalla Siria all'Iraq, in convogli che trasportano petrolio rubato accompagnati da aerei da guerra o elicotteri statunitensi.

Fonti locali affermano che il petrolio siriano viene trasportato nel sito militare di Harir a Erbil, capitale della regione del Kurdistan iracheno (KRI), a beneficio della compagnia petrolifera curda KAR Group, di proprietà dello sceicco Baz Karim Barzanji , che è vicino alla famiglia del capo del Partito Democratico del Kurdistan (KDP), Massoud Barzani.

Solo negli ultimi 10 giorni, l'esercito americano ha contrabbandato oltre 100 camion cisterna piene di petrolio siriano rubato. Secondo il ministero del petrolio siriano, gli Stati Uniti hanno saccheggiato una media di 66.000 barili di petrolio ogni giorno nella prima metà del 2022, ovvero oltre l'83% della produzione giornaliera del paese.

Dall'inizio della guerra nel 2011, Damasco ha denunciato all’Onu che le perdite dirette e indirette sono ammontate a circa 107,1 miliardi di dollari.

Gli Stati Uniti mantengono circa 900 soldati in Siria, principalmente divisi tra la base di Al-Tanf e i giacimenti petroliferi del paese, presumibilmente per proteggere le vaste risorse della Siria dal cadere sotto il controllo dell’ISIS.

Nella base di Al Tanf sono stazionati gruppi armati addestrati da Washington da usare per destabilizzare Damasco.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

La CIA cerca russi come nuovi agenti "anti Putin" e non lo nasconde di Marinella Mondaini La CIA cerca russi come nuovi agenti "anti Putin" e non lo nasconde

La CIA cerca russi come nuovi agenti "anti Putin" e non lo nasconde

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese   di Bruno Guigue Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno di Gilberto Trombetta Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria di Michelangelo Severgnini Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

La nuova forma di psicologia del mondo digitale di Damiano Mazzotti La nuova forma di psicologia del mondo digitale

La nuova forma di psicologia del mondo digitale

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti